Tè verde Genmaicha: che cos'è

Tè verde Genmaicha

Ultimamente è diventato un dei tè giapponesi più popolari. Si compone di foglie di tè verde (solitamente Bancha o Sencha) e chicchi di riso tostato, chiamato Genmai.

Da qui nasce il nome: Genmai (riso) e cha (tè).

Legandosi ai sapori molto vegetali di questi tè, il Genmai sprigiona la sua tipica nota tostata, che molte volte ci fa quasi pensare che non si tratti di tè, ma di un vero e proprio pasto.

Durante il processo di tostatura alcuni chicchi diventano bianchi, come dei pop-corn (alimento a cui viene spesso associato scherzosamente il Genmai). In molte tipologie sono infatti presenti anche chicchi di riso soffiato.

Dove si trova il Genmaicha?

Avendo acquisito sempre più popolarità negli ultimi tempi, è facile trovare questo tè in quasi tutti i negozi specializzati in tè.

Una cosa interessante, invece, è che lo stesso Genmai può essere acquistato separatamente.

In questo modo possiamo sperimentarlo assieme ad altri tè - ad esempio l’abbinamento con l’hojicha è davvero interessante. 

Il Genmai in cucina: un vero protagonista

Oltre all’utilizzo con il tè, il genmai trova spazio anche in cucina.

La sua natura che ci ricorda un po’ il riso soffiato, si adatta bene anche allo yogurt bianco, insieme a farro tostato e fiocchi d’avena.

Come si prepara il Genmaicha?

  1. Scegli il tipo di tè con cui vuoi realizzare la bevanda. Se hai già una miscela pronta, non ti preoccupare e passa allo step 3.

  2. Misura ½ cucchiaino di foglie di tè e un altro ½ cucchiaino di Genmai. Inseriscili nella tua teiera o nel filtro e dai una mescolata, in modo che i due ingredienti si amalagamino e il sapore risulti poi più omogeneo.

  3. I tempi di infusione dipendono dal tipo di tè che si sceglie. Nel caso del tè verde Sencha che ho usato la temperatura adatta è tra i 75°C e gli 85°C e l’infusione non deve superare il minuto, altrimenti si rischia di attivare l’ossidazione delle foglie.

  4. Versa il tuo liquore nella tua tazza e goditi il tuo favoloso Genmaicha!