La Box del Tè di Novembre

Singola Scatola con tè Singola Scatola con tè

Se sei su questa pagina, significa che la curiosità ha avuto la meglio.

Dopotutto è normale, visto che stiamo parlando dei tè contenuti nella prima scatola di Teatips.

Tè che provengono dall'India e, più precisamente, dal Darjeeling.

Darjeeling è il nome del capoluogo dell’omonimo distretto situato nella parte occidentale del Bengala, tra Nepal, Sikkim e Buthan. 

L'area conta più di ottanta giardini di tè, chiamati Tea Estates, quasi tutti nati nella seconda metà dell'800.

Alcuni di questi, che sono anche i più pregiati, possiedono piante di tè coltivate ad alte quote, fino ai 2000 metri d’altitudine.

Questa caratteristica, insieme alla particolarità del suolo e del clima, favorisce la produzione di uno dei tè più popolari e prestigiosi al mondo. 

Ma da quale giardino provengono i tè di Novembre?

Vengono direttamente dal giardino di Gopaldhara, le cui piante di tè crescono a più di 1800 metri.

Per produrre il tè di Gopaldhara vengono usate piante di Camellia Sinensis della sottovarietà Sinensis (soprattutto ad alta quota), della varietà Assamica e di varietà ibrida (Sinensis e Assamica).

La prima sottovarietà è caratterizzata da foglie piccole, è adatta alle alte quote e al clima fresco. Nel Darjeeling molti giardini producono tè da questa sottovarietà. Questo fornisce ai tè un ampio spettro aromatico, che va da note dolci di miele, frutta secca, al tipico sapore di moscato che ha reso famosi i tè di questa zona.

Cosa troverai nella Scatola?

Nella Scatola troverai due tè neri e un tè oolong.

Amanti dei tè verdi, non scappate!

Il primo tè nero è un First Flush, ossia un Primo Raccolto, che corrisponde alla raccolta e lavorazione delle foglie del tè che avviene in primavera. Si tratta del raccolto più pregiato dell'anno.

Se guardi un First Flush, ti accorgerai della quantità di foglioline di colore verde, cosa molto strana per un tè nero.

Questo accade perchè la fase di appassimento (che ha lo scopo di ridurre il livello di umidità delle foglie) è molto lunga e rallenta l'ossidazione.

Normalmente i tè neri sono completamente ossidati e per questo motivo i First Flush del Darjeeling sono una specie "anomala", difficile da classificare.

Il secondo tè nero è invece un Second Flush, Secondo Raccolto, che corrisponde al periodo estivo.

Questo tè è la vera e propria immagine che noi occidentali abbiamo del tè nero. Troviamo infatti foglie scure e sapori più decisi. Aroma di miele, frutta matura e gusto dolce, con qualche nota speziata e balsamica.

Il tè oolong è un altro Second Flush, prodotto quindi dal raccolto estivo. Essendo un oolong, significa che ha subito un'ossidazione parziale, fino all'80%.

Il giardino di Gopaldhara è famoso per produrre anche tè oolong, oltre ai classici neri del Darjeeling. Questo è il risultato della sempre più crescente richiesta di altre tipologie di tè.

Infatti non c'è da stupirsi se ormai si trovano degli estates indiani che propongono sul mercato tè verdi realizzati in stile giapponese o ispirati alla lavorazione cinese.

Questo oolong in particolare trasmette gli aromi tipici di una passeggiata nel bosco in piena estate: ci sono l'aroma vegetale, di noce moscata, di frutta secca e di frutta candita.

Nel suo carattere si sente che proviene dal Darjeeling.

Ma questo moscato cos'è?

Come abbiamo visto, nei tè del Darjeeling si parla di moscato.

Questo sapore e aroma particolare è caratteristico dei raccolti estivi, durante i quali si presenta un insetto attratto dalle gemme delle piante di tè.

Il morso di questo insetto, che è comunque un aggressore della pianta, innesca nella foglia una reazione difensiva e il rilascio di una sostanza che, durante la lavorazione, produce sapori e aromi dolci.

Il moscato del Darjeeling non è nemmeno così facile da descrivere: c'è chi lo definisce un sapore simile alla dolcezza dell'uva da moscato, similitudine che ha portato all'utilizzo di questo termine.

Di sicuro il tè del Darjeeling riesce sempre a sorprendere per i sapori complessi e piacevoli che regala, diversi di giardino in giardino.


Articolo di approfondimento
Tè del Darjeeling Tè del Darjeeling
Tè del Darjeeling: come capirlo e apprezzarlo
Come riconoscere un buon tè del Darjeeling: la storia, la lavorazione e le caratteristiche di uno dei più buoni tè indiani.
3 minuti di lettura  leggi ora leggi ora