Box #4: I Tè di Dicembre

La Box del tè di Dicembre 2020

Con la Box del tè di Dicembre andremo a scoprire una delle cose più semplici, ma al contempo indispensabili: la pianta del tè.

Avrete già sentito parlare della Camellia Sinensis, che ha avuto origine dall’area che si trova tra sud della Cina, Laos, Vietnam, Myanmar, India e India Settentrionale. Qui è ancora possibile trovare piante di tè selvatiche e centenarie, se non addirittura millenarie.

I tè del mese ci porteranno tra India, Vietnam e Cina, alla scoperta di sapori molto diversi tra loro.

Come è fatta la Box di Dicembre?
I tè contenuti nella Box di Dicembre

Da dove vengono i tè del mese?

All’interno della Box troverai un tè nero Indiano, proveniente dalla regione dell’Assam. Qui vengono prodotti i classici tè neri che siamo abituati ad associare all’afternoon tea all’inglese, o ai blend aromatizzati. Ma in questo caso è stato selezionato un tè puro molto pregiato.

Ci sarà inoltre un tè bianco, proveniente dalla provincia cinese del Fujian, zona di produzione di tè bianco da secoli. Il nome di questo tè rievoca un po’ la primavera, anche se riesce a trasmettere tutto il calore di cui abbiamo bisogno in questa stagione.

Il terzo tè è un oolong che viene dal Vietnam del nord, al confine con la provincia cinese dello Yunnan. Viene prodotto da piante selvatiche e centenarie nella regione di Ha Giang.

Il tè nero

Il tè nero dell’Assam viene prodotto nel giardino di Hattialli, che in lingua locale significa “Strada degli elefanti”. Questo perché in passato la zona attirava numerosi gruppi di elefanti alla ricerca di vegetazione e frutti, che qui erano particolarmente gustosi.

Il tè selezionato per la Box è stato prodotto durante il raccolto estivo del 2020, periodo in cui i giardini di tè dell’Assam producono tè molto buoni. Qui, dove cresce la Camellia Sinensis variante Assamica, si ha un clima sub-tropicale, grazie al quale le piante producono una grande quantità di foglie e gemme.

L’aspetto di questo tè è delicato: le foglie sono state arrotolate strette ed emergono delle sottili gemme dorate. Cosa lo rende speciale? Qui si percepiscono le tradizionali note di un tè nero, che vanno dal malto al cacao, con dei sentori fruttati e speziati.

Il tè bianco 

La regione cinese del Fujian è la terra di origine del tè bianco, soprattutto nelle località di Fuding e Zhenghe.

Il tè bianco scelto per la Box di Dicembre è stato realizzato dalla raccolta di una gemma e due foglie, che avviene a 800 metri d’altezza.

Il suo nome significa “Peonia Bianca” e lo si riconosce per l’aroma pieno e intenso, il sapore dolce dal bouquet floreale leggermente fruttato.

Essendo un tè bianco, ha la capacità di fornire calore ed essere riscaldante e ristoratore, quindi un ottimo alleato durante l’inverno o nei momenti in cui ci si sente spossati e affaticati.

Il tè oolong

Questo tè vietnamita selezionato per la Box deriva da piante di Camellia Sinensis selvatiche e centenarie, denominate shan tuyet. L’area in cui crescono è al nord del Paese, al confine con lo Yunnan, dove a loro volta si trovano esemplari selvatici e antichi di piante di tè. Qui, nella regione di Ha Giang, la raccolta è per lo più gestita dal gruppo etnico locale Dao.

Nei mesi passati abbiamo già incontrato un tè vietnamita, un tè verde profumato al loto. In questo caso abbiamo un tè oolong proveniente dalla stessa zona, le cui foglie subiscono un periodo prolungato di asciugatura, che conferisce lo sviluppo di aromi e sapori particolari.

Infatti in questo tè riconosciamo note caramellate, floreali, mielate, che si combinano con un corpo medio e un liquore persistente. Caratteristiche che rendono questo tè unico e perfetto per la stagione invernale.