La Box del Tè di Febbraio

Scatola singola Febbraio Scatola singola Febbraio

L’avventura di Teatips continua con una Scatola tutta dedicata alla Cina, la culla della tradizione del tè. Tre tè in foglia molto diversi tra di loro, ma capaci di farci compiere un lungo viaggio in terre lontane anche solo con un paio di sorsi.

Da dove vengono  i tè di Febbraio?

I tè di questo mese sono un oolong e un tè rosso provenienti dalla provincia del Fujian, rispettivamente dai Monti Wuyi e dalla contea di Anxi, e un tè rosso dalla provincia di Anhui.

Il tè è nato in Cina?

La pianta del tè, la Camelia Sinensis, cresceva già migliaia di anni fa in una zona geografica che corrisponde al Corridoio Himalayano, che comprende parti della Cina (Yunnan), del Vietnam, del Laos, del Myanmar e dell’India.

Secondo alcuni reperti rinvenuti nella zona che ora corrisponde alla Cina, la foglia di Camellia Sinensis veniva bollita già dall'Homo erectus nel Paleolitico.

L'inizio del consumo del tè in Cina ha anche un risvolto leggendario, che si identifica nella figura del sovrano Shen Nong, il fondatore dell’agricoltura ed esperto di erbe medicinali.

Si dice che fu lui a scoprire la pianta del tè e i suoi effetti benefici, nel lontano 2735 a.C; la storia più famosa racconta che mentre giaceva sotto un albero, debilitato dagli effetti di una pianta velenosa, la rugiada che si trovava sulle foglie di quell'albero gli cadde in bocca e lo risvegliò. Si trattava proprio della pianta del tè.

Shen Nong fu solo il primo a fare riferimento alla camelia sinensis e alle sue azioni curative. Il tè infatti non veniva consumato per piacere, in quanto veniva identificato come una pianta che produceva foglie dal gusto amaro.

Durante la dinastia Tang, che durò dal 618 al 907 d.C, le foglie di tè cominciarono a entrare a far parte della vita dei cinesi, subendo una lavorazione man mano sempre più raffinata e di conseguenza migliorando il proprio sapore.

I tè rossi

Il tè rosso, o Hong cha, è il tè nero come viene chiamato in Cina.

Si tratta comunque di tè ossidato, anche se il risultato è molto diverso rispetto al tè nero prodotto in India, Sri Lanka o Kenya.

Nella Scatola Di Febbraio ne abbiamo due e sono molo diversi tra di loro.

Uno è un tè proveniente dalla provincia del Fujian e, precisamente, dal villaggio Tongmu, nei Monti Wuyi (da cui proviene anche il Lapsang Souchong).

La lavorazione lo porta a essere un tè ricco di gemme dorate, oltre ad avere un indistinguibile aroma di miele e caramello.

Il Fujian è una terra molto ricca di tè; vi si possono trovare i buonissimi tè (soprattutto rossi e oolong) dei Monti Wuyi, i tè bianchi di Fuding e gli oolong di Anxi.

Il secondo tè rosso provenie da un’altra provincia, ovvero Anhui, dove vengono prodotti anche tè verdi e gialli. 

Questo tè è in realtà molto "giovane"; venne prodotto per la prima volta nel 1800, quando venne creato per essere esportato in occidente.

Di fatto, divenne un tè molto apprezzato soprattutto dagli Inglesi, che iniziarono a richiederlo per comporre la loro miscela preferita, ovvero l'English Breakfast.

Il tè oolong

Anche l’oolong presente in questa scatola viene dal Fujian, dalla contea di Anxi.

Appartiene al raccolto autunnale, il secondo più apprezzato nell’arco dell’anno riguardo alla produzione di questo tipo di tè.

Mentre il raccolto primaverile rivela i lati più floreali del tè, quello autunnale aumenta l’intensità del sapore, aggiungendo anche delle note cremose. Chi l'ha detto che solo la primavera è adatta a produrre del buon tè?

Questo oolong è tradizionale della zona. Secondo la leggenda, il primo a produrlo fu un contadino che ogni mattina sulla strada verso la sua piantagione, lasciava dei fiori freschi sotto la statua della dea della Pietà.

Un giorno la dea gli apparve in sogno, e nel ringraziarlo gli rivelò che dietro la statua avrebbe trovato un tesoro.

E così fece: il contadino trovò un cespuglio di camelia sinensis. Dopo aver piantato il cespuglio nel suo giardino e aver lavorato le foglie raccolte, il tè che ne risultò fu proprio questo oolong, famoso per le sue note di giacinto e orchidea.

Fonti:

  • L.C. Martin, Tea: The Drink That Changed The World;

  • J. Pettigrew, Jane Pettigrew's World of Tea.


Articolo di approfondimento
significato-parola-tè significato-parola-tè
L'origine e il significato della parola tè
Alcune notizie sulla nascita ed evoluzione di una delle parole più usate al mondo, dai primi utilizzi in campo medicinale al significato che oggi conosciamo.
2 minuti di lettura  leggi ora leggi ora