La Box del Tè di Aprile

La Box del tè di Aprile

La Box di Aprile ci porta in un nuovo continente. Siamo rimasti in Asia per molto tempo, ma è ora di cambiare rotta. Che ne dite dell'Africa? Nella Scatola del tè ci sarà una selezione di tre tè in foglia prodotti nel 2019 in una piantagione nel Malawi.

Da dove vengono i Tè di Aprile?

Questo mese assaggeremo dei tè africani, precisamente prodotti nel giardino di Satemwa, nel Malawi. Per la produzione di tè questo stato è secondo solo al Kenya, dove si concentra la maggiorparte della produzione di tè destinato alla realizzazione di bustine per la grande distribuzione.

Per questo motivo l'Africa non è mai stata considerata sinonimo di tè di alta qualità, ma negli ultimi anni molte piccole piantagioni hanno iniziato a sperimentare con la lavorazione e produzione di tè in foglia.

Il tè viene prodotto in Nigeria, Cameroon, Congo, Etiopia, Kenya, Tanzania, Rwanda, Burundi, Malawi, Zambia, Sud Africa, Mozambico, Madagascar, Mauritius e Seychelles. Tra questi stati, quelli che si trovano nella parte orientale del continente, tra cui il Malawi, vantano una produzione di maggiore qualità.

Lo sviluppo della tradizione del tè in Africa è sempre andato di pari passo con la storia della colonizzazione e della presenza delle potenze europee sul territorio.

Infatti, la maggior parte delle piantagioni presenti, sono state istituite da impresari stranieri, che selezionavano il territorio per la coltivazione del tabacco e del caffè, altre due materie prime molto importanti.

Il giardino che produce i tè della Box si chiama Satemwa e si trova sull'altopiano delle Shire Highlands. Esiste dal 1923, quando il fondatore Maclean Kay venne dalla Scozia e comprò i terreni fino a quel momento adibiti a coltivazione della pianta di caffè.

Quali sono i tè di Aprile?

I tè del Malawi presenti nella box del mese sono tre, due tè bianchi e un tè nero.

L'Africa, come l'India e lo Sri Lanka, è per lo più conosciuta per la produzione di tè nero. Questo anche perchè le piante che sono state portate qui, per iniziare la coltivazione di tè, sono camelie sinensis della varietà assamica. La caratteristica principale di questa varietà è la foglia più larga, resistente quindi a climi più caldi.

Ma nella Box troverai qualche eccezione.

Nel corso degli anni il giardino di Satemwa ha lavorato al miglioramento della produzione del tè, portando molte conoscenze da Cina, Giappone e India.

Importanto la conoscenza del tè dalle terre in cui questa bevanda ha una tradizione più antica, sono nate delle tipologie molto particolari.

Iniziamo dai tè bianchi.

Uno dei due presenta delle foglie molto ampie, poiché si tratta di un tè bianco realizzato con la tecnica tipica del Bai Mu Dan. Le somiglianze si vedono dall'aspetto, ma a tratti anche dal sapore, nel quale spiccano note fruttate di agrumi e dolci di miele.

Il secondo tè bianco, invece, subisce una lavorazione molto particolare, che è divenuta il tratto distintivo della produzione di tè di Satemwa. Le foglie di questo tè vengono lavorate totalmente a mano. Nel sapore emergono note più agrumate, a tratti speziate.

Il tè nero selezionato per la Box di Aprile è ottenuto dalle stesse foglie lavorate per ottenere uno dei due tè bianchi. Il liquore che si ottiene dall'infusione ha un bellissimo colore rubino, l'aroma è fruttato, con qualche nota delicata che ricorda il cacao.